Il mercato non si tocca, nemmeno con un fiore

In Attualità

Come ben saprete, in questo mese di giugno, si stanno tenendo i Mondiali di Calcio Femminile in Francia. L’entusiasmo generale è a mille e il coinvolgimento degli appassionati cresce sempre di più nel Paese. La partita tra Brasile e Italia trasmessa dalla RAI è stata vista oltre 7 milioni di spettatori.

In parallelo, cresce la polemica, da parte della calciatrici italiane e non, sulla questione retribuzioni, sull’enorme differenza tra le retribuzioni maschili e quelle femminili.

Giusto per darvi una mezza idea della differenza, se nel calcio maschile, un calciatore di Serie A di modestissimo valore guadagna quasi 1 milione di euro all’anno, nel calcio femminile è attualmente vigente il tetto massimo annuo sui stipendi a 30.000€ lordi.

La differenza è decisamente considerevole, ma in questo articolo proverò a spiegare perché non sono d’accordo con la richiesta del calcio femminile di parificare le retribuzioni con il calcio maschile. Farò una riflessione neutra e obiettiva, no da moralista o ipocrita.

Partiamo da un presupposto. Lo stipendio non può essere deciso a tavolino. Lo stipendio equivale alla qualità e alla quantità totale di ricchezza in grado di produrre per la sua azienda. Pertanto, sono assolutamente favorevole all’abolizione del tetto massimo nel calcio femminile. Ma la stessa abolizione non deve essere il pretesto per creare una contrattazione collettiva con lo scopo di far un saltare esponenziale di stipendio per una calciatrice, da 30.000 a 1 milione di euro.

Questa non è una considerazione di parte, è la legge di mercato che lo impone. Oggi il mercato dice che il calcio femminile non può essere considerata un’Industria dell’Intrattenimento. Questa categoria appartiene al mondo del cinema, ma vorrei rubarla per lasciar intendere che il calcio femminile oggi non è in grado di muovere lo stesso flusso di persone che muove il calcio maschile, oggi non è in grado di muovere lo stesso flusso di capitali intorno a se stessa.

Facciamo due esempi.
Juventus-Atletico Madrid (maschile) e Juventus-Fiorentina (femminile). In teoria, la seconda è una partita decisamente più importante (chi vince, vince lo scudetto) e decisiva rispetto alla prima che è soltanto un ottavo di finale. Ma vediamo le differenze.
Juventus-Atletico Madrid. Biglietto più costoso: 220€. Biglietto meno costoso: 75€. Biglietto medio: 150€. Numero spettatori 45.000.
Juventus-FIorentina. Biglietti gratuiti. Numero spettatori 45.000.

Domanda: se per vedere Juventus-Fiorentina, fosse stato necessario pagare il biglietto, quanti spettatori avrebbe avuto?

Ovviamente, le calciatrici femminile non puntano a raggiungere lo stipendio di Cristiano Ronaldo, di 30 milioni di euro annui. Ma lo stesso CR7 è un giocatore che porta alla stessa azienda che lo assume un guadagno esorbitante, poiché è un giocatore che aumenta decisamente le probabilità di un tifoso a partecipare all’evento allo stadio.

Infatti, la Juventus ha alzato, rispetto all’anno precedenti del 30%-50% i prezzi del biglietto, mantenendosi all’incirca ai risultati degli anni precedenti (fanno eccezione solo le partite con squadre minori). Ma Cristiano Ronaldo, nel campionato 2018-2019, è stata una miniera d’oro anche per le altre società, in quanto con l’arrivo della Juventus sono stati alzati i biglietti in tutti gli stadi italiani.

Esiste una top player del calcio femminile in grado di produrre un risultato simile? Al momento abbiamo due dati di fatto. Gli ascolti di SKY del campionato femminile sono nettamente più bassi rispetto al campionato maschile; gli stadi sono decisamente più vuoti rispetto agli stadi del campionato maschile. Quindi, non possiamo consolarci degli ottimi ascolti della RAI durante le partite del calcio femminile.

Cosa occorre, dunque, per diventare un’Industria dell’Intrattenimento? Due sono le strade: la prima è conquistare i mass media, la seconda è far in modo che i mass media investano su di te.

Ecco i primi a investire sul calcio femminile sono stati i gruppi dirigenti di SKY. Da meno di un anno, l’emittente satellitare sta trasmettendo il campionato femminile di SERIE A, con risultati incoraggianti. Infatti, possiamo dire che gli investimenti di SKY stanno facendo crescere in modo esponenziale l’interesse verso il calcio femminile, specie se vediamo il repentino interesse della RAI, di MEDIASET, LA7 e delle principali testate italiane. Ma non solo. Anche sui social cresce l’interesse verso il calcio femminile, con influencer o webstar che sempre di più si interessano a questo nuovo mondo. Questo è positivo perché attira nuovi sponsor e nuovi ricavi. Questa è la strada giusta per muovere il mercato e diventare un’industria dell’intrattenimento.

Ma oggi è davvero utopistico pensare di parificare gli uomini o con le donne. Oggi si stima che le società di calcio maschile abbiano un guadagno di oltre 1 miliardo di euro per i diritti TV, con le stesse Juventus, Inter e Milan che guadagnano, rispettivamente, in stima 91-87-80 milioni di euro.

Questi soldi vengono spesi per gli stipendi di calciatori, nella speranza di ricapitalizzare tra sponsor, merchandising e biglietti allo stadio.
Infatti, Juventus, Inter e Milan spendono in stipendi annui lordi, rispettivamente, 219-116-140 milioni di euro.

Juventus e Milan hanno una squadra in serie A anche nel calcio femminile. Giocando tutto il campionato con lo stadio vuoto o riempito grazie ai biglietti gratuiti, con un merchandising praticamente inesistente, come potrebbero garantirsi di pagare gli stipendi. Obiettivamente, le stesse Juventus e Milan farebbero fatica a ripagare gli stipendi anche qualora avessero il tetto massimo dell’Empoli Calcio, attualmente di 16 milioni di euro annui lordi.

In conclusione, giù le mani dal mercato. Se il calcio femminile, un domani, raggiungerà i livelli economici del calcio maschile, dovrà esserlo solo grazie alle dinamiche del mercato. Perchè il mercato non può essere toccato a tavolino, perché il mercato non può deciso da un manipolo di persone.

Recent Posts
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt

Inizia a scrivere e premi Enter per cercare

Tassazione, calcolo